Risorse Umane: 3 processi da non trascurare per aumentare il tuo valore competitivo

L’espressione Risorse Umane fu usata per la prima volta nel 1965 da Raymond Miles per sottolineare l’aspetto di valore o capitale insito nel personale.

Così come succede per tutte le altre risorse presenti in un’organizzazione (finanziarie, tecnologiche, materiali, immobiliari ecc..) tutto ciò che si “spende” (in termini economici, ma anche di tempo ed energia) per acquisire, sviluppare, organizzare e gestire conoscenza, competenza, capacità, motivazione, cultura, ingegno o, in una parola, il capitale umano, va considerato in termini di investimento per ottimizzare le performance, migliorare la qualità, aumentare la competitività sul mercato.

Una corretta gestione delle Risorse Umane prevede pertanto l’attuazione di strategie efficaci per integrare il fattore umano con l’organizzazione e massimizzare il rapporto fra il raggiungimento degli obiettivi dell’azienda e la soddisfazione, la gratificazione e la crescita dei lavoratori che operano al suo interno.

Se senti che la tua azienda, organizzazione o gruppo di lavoro fa fatica a trovare la giusta configurazione in termini di capitale umano, il turnover è troppo alto e si respira un’aria non troppo positiva, assicurati di non trascurare nessuno dei seguenti processi:

  • attrarre le risorse migliori sulla base di una precisa pianificazione e provvedere al loro adeguato collocamento all’interno delle funzioni aziendali. Puoi farlo attraverso un processo di selezione efficace ed efficiente che abbia 3 fondamentali caratteristiche: accuratezza, sistematicità, lungimiranza;
  • valutare e sviluppare il loro potenziale affinché possano essere guidate in un percorso di crescita volto a valorizzare e premiare il talento, il tutto con lo scopo ultimo di accrescere e tutelare il patrimonio di competenze e, quindi, di ottenere e mantenere un vantaggio competitivo;
  • monitorare con costanza gli elementi di clima organizzativo e i fattori di stress organizzativo. Ricordati che sono soprattutto gli elementi migliori e dotati di talento a lasciare l’impiego in cerca di nuove opportunità quando sentono venir meno la motivazione al lavoro.

La gestione delle Risorse Umane nel rispetto delle esigenze organizzative è una questione di equilibri molto delicati e in continua evoluzione. La professionalità di chi si occupa di questi aspetti è un fattore chiave di successo!

GD Star Rating
loading...

Dott.ssa Laura Caminiti

HR Consultant, specialista in selezione e formazione delle Risorse Umane Socia fondatrice, amministratrice e responsabile di PsicologiaOK EMAIL: caminiti.laura@gmail.com Sono una persona socievole e dinamica, aperta alle novità e al cambiamento. Da bambina ho sognato di fare il prestigiatore, il meccanico, lo scienziato, l’artista, il veterinario...poi a un certo punto mi sono accorta che mi piaceva osservare le persone. Così ho scelto la Psicologia e, poco più avanti nel percorso, ho conosciuto e mi sono innamorata della Psicologia del Lavoro e di tutto ciò che ruota intorno al settore delle Risorse Umane. Oggi sono una Psicologa del Lavoro e delle Organizzazioni iscritta all'Albo degli Psicologi della Regione Lazio (n° 18846). Specialista in valutazione, selezione e sviluppo delle Risorse Umane. Sono appassionata di nuovi media e coltivo questo interesse attraverso la redazione e diffusione di articoli di psicologia sul web. Sono una persona che ama darsi da fare, appassionata studiosa delle dinamiche umane, che ha fatto della valorizzazione delle Risorse Umane e della diffusione della cultura in ambito HR la sua missione. Ho avuto modo di confrontarmi anche con il mondo della ricerca e dell'elaborazione dei dati collaborando con importanti case editrici per progetti di adattamento e sperimentazione di test per l’assessment psicologico. In passato ho accumulato una buona esperienza nei servizi educativi e di comunità, principalmente rivolti all'infanzia ma anche alle famiglie in situazione di disagio sociale. La mia frase preferita: “Accadono cose che sono come domande. Passa un minuto, oppure anni, e poi la vita risponde” (Alessandro Baricco)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *